ATTESA PER LA DECISIONE DELL’ADUNANZA PLENARIA DEL CONSIGLIO DI STATO DEL 27 APRILE 2016 IN MERITO ALLE GRADUATORIE AD ESAURIMENTO, ALLA GIURISDIZIONE E ALLA POSSIBILITA’ DI INSERIMENTO EX POST DEI DOCENTI IN POSSESSO DEL DIPLOMA MAGISTRALE ABILITANTE

Di Maurizio Danza -Arbitro pubblico impiego Lazio

Grande interesse nel mondo della scuola per la attesissima udienza del 27 aprile 2016 innanzi all’Adunanza plenaria del Consiglio di Stato, a seguito della ordinanza n. 5861 del Consiglio di Stato, Sez. VI, 28 dicembre 2015, nel processo contro il Ministero dell’istruzione dell’universita’ e della ricerca. Nel caso di specie, infatti, in riferimento all’ accesso al ruolo docente attraverso le Graduatorie a esaurimento ex L. n. 296/2006 ( c.d. GAE) l’adunanza Plenaria, in primis dovrà esprimersi in merito alla sussistenza della giurisdizione del Giudice amministrativo su una controversia avente ad oggetto la richiesta di alcuni docenti ad ottenere l’iscrizione nelle graduatorie ad esaurimento di cui alla L. n. 296/2006. Inoltre l’adunanza Plenaria dovrà valutare in merito alla possibilità che, i docenti in possesso di titolo abilitante all’insegnamento, che abbiano omesso nel corso degli anni di presentare domanda di iscrizione nelle GAE (non impugnando gli atti ministeriali che impedivano tale possibilita` ) siano ammessi ‘ora per allora’ a proporre tale domanda, lamentando l’illegittima esclusione disposta nel corso degli anni.  A ben vedere, l’ordinanza in esame, al di la` dei profili squisitamente giuridici, risulta di notevole rilevanza per le sue grandi ricadute pratiche, riguardando la posizione di alcune migliaia di aspiranti all’immissione nei ruoli della scuola pubblica. I ricorrenti in primo grado avevano conseguito prima dell’a.s. 2001/2002 il diploma magistrale (un titolo che abilita all’insegnamento e consente di accedere ai ruoli di insegnamento attraverso il ‘doppio canale’ del concorso pubblico e delle cc.dd. graduatorie a esaurimento/GAE di cui al T.U. scolastico del 1994 e di cui alla L. n. 296/2006). Tuttavia, nel corso degli anni, i numerosi decreti ministeriali che disciplinano la formazione e lo scorrimento delle GAE non prevedono mai la possibilita` per  i numerosi diplomati magistrali di ottenere l’iscrizione e il successivo periodico aggiornamento della posizione in graduatoria. Fra il 2013 e il 2014, numerosi diplomati magistrali‘‘ ante 2001/2002’’ ottengono, in sede di ricorso straordinario, l’annullamento degli atti ministeriali che negavano l’equiparazione ai docenti abilitati pleno iure. All’indomani di tali decreti decisori si sviluppa un nutrito contenzioso in sede giurisdizionale il quale si concentra essenzialmente su due questioni: a) se spettino alla giurisdizione del G.A. le controversie intentate dai diplomati magistrali ante 2001/2002 per ottenere ‘ora per allora’ l’inclusione nelle GAE; b) nel merito, se sia ammissibile che gli interessati (i quali per lungo tempo non hanno contestato la mancata inclusione nelle GAE) agiscano a tal fine a distanza di molti anni. Nel corso del 2015 si forma in sede di appello una giurisprudenza – cautelare e di merito – favorevole agli interessati (es.: Cons. di Stato, Sez. VI, n. 1973/2015), ma l’ordinanza in esame pone in discussione gli assunti di fondo di tale orientamento.  L’ordinanza in esame ha ad oggetto un’ordinanza cautelare del T.A.R. del Lazio (la n. 3814/2015) la quale aveva ritenuto prima facie infondate le pretese di alcune decine di diplomati magistrali sia per la ritenuta insussistenza della giurisdizione del G.A.,che per la ritenuta infondatezza nel merito della domanda. Ora, per quanto riguarda il profilo di giurisdizione, il Collegio conferma il recente orientamento del Cons. di Stato (es.: sent. VI, n. 5418/2015) secondo cui tale tipologia di controversie spetta senz’altro alla cognitio del G.A. in quanto ha ad oggetto (non gia` l’esercizio puntuale dei poteri del privato datore di lavoro, bensı` le modalita` generali di accesso alle graduatorie di insegnamento (in senso analogo: Cass. civ., Sez. un., 27991/2013). Nel merito, i Giudici di Palazzo Spada ritengono che sia meritevole di riconsiderazione l’orientamento secondo cui i diplomati magistrali ante 2001/2002 possano chiedere ‘ora per allora’ l’inserimento nelle GAE anche se, nel corso degli anni, abbiano omesso di contestare in giudizio i numerosissimi decreti del MIUR che escludevano tale possibilita`. Siccome, tuttavia, tale diversita` di opinione palesa un possibile contrasto fra giudicati, la questione viene doverosamente deferita all’Adunanza plenaria Ai sensi dell’art. 99 c.p.a.). In particolare il Collegio non contesta che i diplomati magistrali in questione siano in possesso di un titolo che abilita all’insegnamento(in tal senso il D.P.R. n. 323/1998, art. 15),ma dubita della correttezza dell’orientamento secondo cui i docenti in questione potrebbero lamentare dopo molti anni la mancata inclusione nelle GAE. Di qui la decisione di investire della questione l’Adunanza plenaria, nell’esercizio della sua funzione nomofilattica. Per effetto della decisione in rassegna viene in primo luogo confermata la sussistenza della giurisdizione del G.A. in tema di titolo all’inserimento nelle graduatorie laddove si faccia questione (fra l’altro) delle modalita` generali di accesso alle graduatorie medesime. Nel merito, la decisione in esame rimette all’Adunanza plenaria. La questione se sia possibile ammettere ‘ora per allora’ nelle graduatorie a esaurimento per l’insegnamento i docenti che abbiano conseguito il diploma magistrale entro l’a.s. 2001/ 2002, ma che non abbiano mai agito in giudizio per invocare la mancata iscrizione in tali graduatorie.

Informazioni su avvdanza

Avvocato Prof Diritto Del Lavoro Universitas Mercatorum
Questa voce è stata pubblicata in Uncategorized. Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...